La Società

La Società valdostana di Preistoria e Archeologia
ha compiuto nel 2017 cinquant’anni; fondata il 24 dicembre 1967 da otto giovani valdostani, appassionati di Preistoria e Archeologia, ha contribuito in mezzo secolo alla scoperta, allo studio e alla valorizzazione di incisioni rupestri e siti preistorici.

La scoperta di alcune rocce a coppelle in un territorio, quello valdostano, che sembrava fino a quel momento estraneo al fenomeno dell’arte rupestre, diede impulso all’idea, latente da qualche tempo, di creare un’associazione culturale con finalità di ricerca, studio e valorizzazione del patrimonio preistorico, protostorico e archeologico della regione.

Le sue attività oggi, come nel passato, riguardano ambiti diversificati, capaci di rispondere alle sue finalità: sin dal 1982, ogni tre anni sono organizzati dei Colloqui sulle Alpi nell’antichità, in collaborazione con Francia e Svizzera, che sono divenuti un punto di riferimento importante per gli archeologi delle regioni alpine; ogni anno viene pubblicata una rivista scientifica e sono proposte ai soci e agli esterni conferenze e visite di studio; percorsi guidati, laboratori didattici e pubblicazioni divulgative sono rivolti alle scuole e al “grand public”.

La Società è retta da un Consiglio direttivo eletto ogni cinque anni. Presidente della stessa fu per oltre cinquant’anni il professor Damien Daudry.

Dal 28 marzo 2018, essa è presieduta dalla dottoressa Cinzia Joris, archeologa che opera sul territorio valdostano.

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca